Confronto pubblico passante di Bologna

Potenziamento del Sistema Autostradale e Tangenziale di Bologna

IL TEAM DI PROGETTO

Il gruppo di lavoro per il progetto preliminare, coordinato da Autostrade per l’Italia, è costituito dalla società di progettazione Spea Engineering S.P.A. e con il supporto specialistico delle seguenti società di chiara fama.

APPROFONDISCI

I principali vantaggi ambientali conseguibili con la nuova infrastruttura

RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE

Il progetto prevede un articolato inserimento dell’infrastruttura nel contesto ambientale urbano, mediante interventi di opere a verde, riforestazione di parchi urbani in aree pubbliche limitrofe al tracciato.

RIDUZIONI DEL RUMORE

Le mitigazioni acustiche di progetto migliorano il clima acustico nei dintorni dell’autostrada, assicurando al contempo il rispetto dei limiti normativi.

RIDUZIONE DELLE EMISSIONI IN ATMOSFERA

La fluidificazione del traffico generata dall’ampliamento delle complanari, consente il passaggio da un flusso tipico del traffico urbano congestionato

Documentazione di Progetto Definitivo

Qui puoi effettuare il download della documentazione di Progetto Definitivo

F.A.Q.

Alcune delle domande e relative risposte sul tema del Potenziamento del Sistema Autostradale e Tangenziale di Bologna

Il progetto preliminare prevede l’ampliamento in sede del sistema esistente mediante la realizzazione di una piattaforma a 3 corsie più corsia di emergenza per senso di marcia, sia sull’A14 che sulla tangenziale (con 4 corsie nel tratto più carico).

La decisione di prevedere il potenziamento in sede del sistema autostradale/tangenziale esistente, rispetto alle soluzioni alternative ipotizzate nel tempo per la risoluzione del nodo, è stata assunta con sottoscrizione dell’Accordo del 15 aprile 2016 da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, della Regione Emilia-Romagna, della Città metropolitana di Bologna, del Comune di Bologna e di Autostrade per l’Italia.
Questa soluzione, rispetto alle alternative esaminate negli anni precedenti (Passante nord e Passante sud), assicura i maggiori benefici per la collettività. Tra i principali vantaggi: minor tempo di percorrenza e minori consumi di carburante; minore consumo di suolo e movimentazione di materiali; riduzione dei tempi di realizzazione (almeno 2 anni rispetto alle altre proposte).

Durante il confronto pubblico, ciascuno avrà la possibilità di fornire osservazioni, suggerimenti e proposte migliorative del progetto sviluppato.
Al termine di tale fase, Autostrade per l’Italia di concerto con il Comitato di Monitoraggio (composto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dalla Regione Emilia-Romagna, dalla Città metropolitana di Bologna, dal Comune di Bologna e da Autostrade per l’Italia) valuterà tutte le proposte e i suggerimenti emersi nel corso dei vari incontri previsti, raccogliendo in una relazione di sintesi le conclusioni che emergeranno e, se ritenute migliorative, accogliendole nel progetto definitivo dell’intervento.

La durata dei lavori è prevista in circa 3 anni, due in meno rispetto al Passante Nord e Sud.

Il confronto pubblico ha lo scopo di presentare il progetto con un linguaggio chiaro anche ai non addetti ai lavori e di ascoltare i cittadini per raccogliere proposte su come migliorare gli interventi con particolare attenzione all’inserimento ambientale, paesaggistico e di protezione acustica.

Autostrade per l’Italia è consapevole dell’impatto sociale, ambientale e paesaggistico che la realizzazione delle opere può avere sui territori interessati dal tracciato ed è per questo motivo che sente la necessità di confrontarsi con chi abitualmente vive e lavora sui quei territori.

Ci sono vari modi per partecipare sia dal vivo che online. Per conoscere il progetto ti consigliamo di partecipare agli incontri di presentazione (vedi calendario). Inoltre puoi partecipare inviando un contributo scritto che avremo cura di pubblicare su questo sito (info@passantedibologna.it).

Controlla il calendario e scegli l’incontro più vicino a te o quello che tratta il tema che più ti interessa.

Non importa perché tutti gli incontri sono aperti a tutti, partecipa nelle date in cui puoi.

Anzitutto la trasparenza del percorso: infatti su questo sito saranno pubblicati tutti i resoconti degli incontri, così da permettere ai cittadini di verificare se le osservazioni sono state raccolte in modo adeguato. Inoltre a tutela di tutte le persone che vorranno partecipare e dare il proprio contributo, è prevista la nomina di un Comitato di Esperti che assicuri la terzietà e la trasparenza delle informazioni fornite durante lo svolgimento del confronto pubblico stesso.

Tutte le osservazioni, le critiche e le proposte saranno trascritte e raccolte nei documenti di restituzione con la massima trasparenza e saranno consegnate ad Autostrade per l’Italia per la sua valutazione finale (vedi sotto).

Il confronto pubblico si conclude con la stesura di un Rapporto finale che restituisce con la massima trasparenza quanto è emerso durante le attività, presenta tutti gli elementi dibattuti e indica tra questi quali sono gli elementi condivisi e quali invece i punti sui quali sono emerse posizioni contrastanti.
Al termine del Confronto Pubblico il Comitato di Monitoraggio individuerà gli interventi di miglioramento da apportare al progetto, motivando le modifiche che non sarà possibile recepire.